salta la barra


Progetti

Rete della Val di Bisenzio Istituto Pertini a.s. 2009/2011


Informazioni sul progetto

Istituto capofila

Istituto “Bartolini” di Vaiano e l’Istituto “Pertini” di Vernio


Breve descrizione del progetto

Il nostro progetto sviluppa esperienze pregresse maturate in progetti precedenti destinate alle intere classi che coinvolgono tutti gli insegnanti, la psicopedagogista, la pedagogista i mediatori, la funzione strumentale di riferimento dell’ I.C.S. “S.Pertini” di Vernio.

Le azioni nascono dalla volontà di inserire in modo adeguato gli alunni stranieri presenti nell’istituto, garantendo loro uguaglianza di opportunità, cercando di fornire gli strumenti necessari per l’inserimento nella comunità e per intervenire sulle situazioni di disagio in cui si possono trovare soprattutto gli alunni NAI – alunni stranieri neo-arrivati.

A tal fine dopo una fase di accoglienza e monitoraggio sulle situazioni di disagio, vengono creati dei percorsi individualizzati integrati con attività curricolari e con attività territoriali extrascolastiche per tutti gli alunni sia italiani che stranieri.


Obiettivi

  • sostenere gli alunni stranieri appena arrivati, anche con l’intervento di un mediatore;
  • intervenire sul disagio evidenziato;
  • prevenire altre forme di disagio;
  • favorire l’apprendimento della lingua italiana come mezzo di comunicazione e come strumento per gli apprendimenti;
  • innalzare le abilità e il grado di conoscenza in ambito logico- matematico,storico,geografico,scientifico;
  • acquisire o migliorare gli strumenti operativi di base necessari ad individuare, valorizzare e sviluppare l’autonomia e le singole potenzialità, al fine di accrescere l’autostima, il desiderio di ampliare le conoscenze e le personali abilità;
  • utilizzare in maniera diffusa la metodologia laboratoriale e la didattica per piccolo gruppo ed individuale;
  • formare i docenti verso un approccio metodologico quotidiano che tenga sempre più conto delle differenze;
  • promuovere percorsi interculturali in tutte le classi;
  • promuovere iniziative di ricerca-azione per gli insegnanti;
  • attivare laboratori per il mantenimento della lingua di origine;
  • favorire la partecipazione dei genitori alla vita scolastica;
  • favorire la partecipazione dei genitori alle iniziative interculturali del territorio;
  • coordinare le azioni con i servizi sociali e di volontariato.


Metodologia

Viene utilizzata la metodologia laboratoriale e la didattica di classe, per piccolo gruppo, microgruppo e individuale.

Ciascuna azione si avvale di una specifica metodologia.

Poniamo comunque l’obiettivo di migliorare l’approccio metodologico verso una inclusione di tutti nella didattica quotidiana e nella gestione dell’intero gruppo classe.


Risultati attesi

  • facilitazione e promozione dell’integrazione degli alunni stranieri e delle loro famiglie;
  • apprendimento della lingua italiana come mezzo di comunicazione e come strumento per gli apprendimenti;
  • conquista di una migliore integrazione e socializzazione nel gruppo;
  • mantenimento della lingua di origine ed acquisizione di alcuni elementi base della lettura e della scrittura della lingua d’origine;
  • partecipazione dei genitori alle iniziative interculturali della scuola e del territorio.


Allegati e documenti




Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 05.10.2011

 indietro inizio pagina