salta la barra


Progetti

Rete Comuni Medicei a.s. 2009/2010


Informazioni sul progetto

Istituto capofila

Istituto Comprensivo Statale “Il Pontormo”


Breve descrizione del progetto

Il progetto si articola in diverse fasi così predisposte: l’accoglienza, l’inserimento nella scuola, il bilancio delle competenze e l’inserimento nella classe. Prevede anche l’attivazione di laboratori di alfabetizzazione (L2), laboratori di lingua per specifiche discipline (LS), laboratori interculturali e laboratori estivi di alfabetizzazione. Destinatari del progetto sono alunni, docenti e genitori di Scuola dell’Infanzia, di Scuola Primaria e di Scuola Secondaria di Primo Grado dell’Istituto Comprensivo “Il Pontormo” di Carmignano  e dell’Istituto Comprensivo “F. Mazzei” di Poggio a Caiano.

In particolare agli alunni sono rivolti i laboratori linguistici e interculturali, ai genitori gli interventi di mediazione realizzati tramite lo sportello di mediazione e ai docenti le attività di formazione e di ricerca-azione.


Obiettivi

  • Favorire  l’acquisizione degli strumenti linguistici di base di L2;
  • Favorire l’acquisizione di competenze linguistiche per specifiche discipline;
  • Promuovere atteggiamenti finalizzati alla collaborazione, condivisione, all’accettazione dell’altro e alla partecipazione responsabile;
  • Favorire l’interscambio culturale;
  • Promuovere la cultura della pace;
  • Conservare e valorizzare la cultura di origine;
  • Mediare nei rapporti scuola-famiglia.


Metodologia

Il progetto prevede un collegamento metodologico-didattico tra i vari ordini di scuola degli Istituti in rete e si caratterizza nello sviluppo e integrazione delle esperienze pregresse. Nell’ambito del progetto, verrà realizzato un percorso in verticale con pratiche condivise, ottimizzando tempi, strategie risolutive e risorse.
Metodologie didattiche applicate:

  • ricerca-azione;
  • cooperative learning;
  • circle time - conversazione di gruppo;
  • brainstorming;
  • problem solving;
  • role-play.


Risultati attesi

Garantire il pieno rispetto del diritto all’istruzione degli alunni stranieri.

Attenuare il disagio dell’alunno straniero e della famiglia al momento dell’ingresso in un nuovo sistema scolastico.

Creare un clima di fiducia e collaborazione nelle relazioni scuola-famiglia.

Favorire l’acquisizione della lingua italiana parlata e scritta.

Sostenere l’alunno nello studio delle discipline.

Creare gruppi-classe collaborativi e cooperativi nel rispetto di tutti

Realizzare una raccolta dati per predisporre un quadro di analisi chiaro e preciso riferito agli alunni stranieri, per ottimizzare le risorse e gestire la documentazione in rete.


Allegati e documenti




Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 05.10.2011

 indietro inizio pagina